Castelli, Rocche, Ville

Simboli di potere e regalità da sempre i castelli rimandano a scenari fiabeschi ed incantati. In Val Tidone e Luretta si contano numerosi castelli e manieri spesso inseriti geograficamente in contesti naturali mozzafiato.

Alcuni di questi manieri si possono visitare stagionalmente, ma una visita, anche fugace, vale la pena solo per ammirare la bellezza di queste perle medievali. Molti di queste Rocche e Castelli testimoniano l’importanza strategica che hanno avuto nei secoli i territori piacentini. Si ricorda che quella di Piacenza è la provincia più ricca di castelli di tutta l’Emilia Romagna.

I primi a costruire presidi fortificati furono i Romani che costruirono i loro castrum sia nella fascia pianeggiante che in quella collinare, per controllare le tribù dei Liguri e dei Celti, oltre alle vie di transito. Nel Medioevo sorsero costruzioni sui due percorsi più importanti che attraversavano il piacentino: la via Francigena che conduceva i pellegrini a Roma e il passaggio verso il mare attraverso la val Trebbia, per mantenerne un controllo sicuro Carlo Magno istituì i Feudi Imperiali assegnandoli a famiglie fedeli.

Quando nella storia i castelli non sono più serviti allo scopo difensivo essi sono stati trasformati in residenze lussuose arricchite con arredi antichi e affrescati e restaurati dalle discendenze nobiliari o da privati.

Video: I Castelli

Simboli di potere e regalità da sempre i castelli rimandano a scenari fiabeschi ed incantati. In Val Tidone e Luretta si contano numerosi castelli e manie…

Vai alla Pagina