Castello di Sala Mandelli

La localita’, proprieta’ dei Malvicini Fontana dal 1355, passo’ successivamente in diverse mani: nel 1792 giunse per eredita’ ai Mandelli, il cui nome fu aggiunto al primitivo toponimo (Sala), di origine longobarda e avente il significato di “masseria”. L’ originario Castello, edificato probabilmente tra l’XI e il XII secolo dal Comune di Piacenza, venne ricostruito tra il 1693 e il 1701 dai marchesi Malvicini Fontana, allora signori del luogo, nelle forme di una signorile dimora estiva; ancora oggi la residenza conserva l’originale torre d’ingresso ed è circondata da un grandioso parco ricco di alberi d’alto fusto. Il Palazzo ospito’ personaggi illustri: nel 1733 l’arciduchessa Maria Amalia figlia del Duca di Parma, Don Ferdinando di Borbone e nel secolo seguente la Principessa Maria Luigia d’Austria. L’ edificio è posto su di un’altura a dominare il caratteristico panorama valtidonese, mosso da colline e dossi punteggiati di borghi e castelli.

aggiungi all'itinerario TORNA ALLA RICERCA

Scheda attività

Persona da contattare Iat
Indirizzo Sala Mandelli di Nibbiano, 29010 Nibbiano
Telefono 0523861810
Settore Castello, Rocca, Mulino, Villa
Attività svolte Itinerari, visite

Dove siamo