Castello di Momeliano

Del castello si ha memoria solo nel secolo XIV. Infatti alla data 1368 il suo possessore, Castellino Dolzani lo vendette a Ruffino Borri. Nel 1534 perveniva ai Radini Tedeschi, poi al marchese Luigi Lampugnani, che fece ricavare un oratorio nel torrione orientale del castello. Dopo l’estinzione della famiglia (1742), il feudo di Momeliano venne avocato dalla Camera Ducale; dopo di che il castello passò nelle mani di vari proprietari, nel 1868 era degli Stevani, nobile famiglia a cui appartenne il colonnello dei bersaglieri Severino, valoroso combattente delle guerre di indipendenza ed esperto agricoltore. Sono da segnalare: le tracce degli incastri del ponte levatoio nel corpo di fabbrica rivolto verso sud-est; la merlatura, ora chiusa ad arco e praticabile per mezzo di uno stretto corridoio; i resti delle finestra archiacute murate sul fronte a sud-est; la loggia verso corte; due coppie di archi

aggiungi all'itinerario TORNA ALLA RICERCA

Scheda attività

Persona da contattare IAT Borgonovo
Indirizzo Loc. Momeliano di Gazzola, 29010 Agazzano
Telefono 0523861210, 0523861210
Settore Castello, Rocca, Mulino, Villa

Dove siamo