Castelbosco

La data della costruzione si aggira intorno al 1200, poiché viene segnalato nel 1335 tra i castelli fedeli ai Visconti nella guerra contro la chiesa. Esso ospitava una guarnigione ghibellina che resistette per varie volte agli assalti delle fazioniguelfe.

Nel 1482 venne riedificato da Antonio Maria Scotti e la sua famiglia ne mantenne il possesso fio al 1818 quando passò ai conti Galli, poi al conte Giuseppe Nasalli Rocca, alla famiglia Chiapponi e agli attuali proprietari famiglia Locatelli da Camairago.

Nelle sue sale morì il pittore Giovanbattista Tagliasacchi forse per un omicidio. Una lapide in marmo nella chiesa del paese ricorda questo misterioso fatto.

aggiungi all'itinerario TORNA ALLA RICERCA

Scheda attività

Persona da contattare IAT
Indirizzo Campremoldo PC, 29010 Gragnano
Telefono 0523861810
Settore Chiesa, Museo, Sito archeologico

Dove siamo